Sei in » Cronaca
04/03/2017 | 10:27

Nella notte appena trascorsa, ignoti malviventi hanno fatto esplodere lo sportello Bancomat per poi fuggire con 90mila euro di bottino. Si stanno visionando le immagini di videosorveglianza. Sul caso indagano i Carabinieri.


La filiale dell'Istituto Monte dei Paschi di Siena


Cutrofiano. Un’azione premeditata, pianificata nei minimi dettagli che ha illecitamente fruttato, nel complesso, ben 90mila euro. Si può riassumere in queste poche righe il “colpo” avvenuto a Cutrofiano, durante la scorsa notte, presso una filiale dell’Istituto Monte dei Paschi di Siena. Stando alle prime ricostruzioni della vicenda, intorno alle 2.30 gli autori del gesto avrebbero, in un primo momento, oscurato le telecamere di videosorveglianza. Non appena messe fuori uso, poi, hanno distrutto una parte della vetrata all’interno della quale era incastonato lo sportello del Bancomat. Dopodiché, la mossa decisiva: gas acetilene inserito nelle fessure con successiva deflagrazione. E, una volta estratto, i ladri sono riusciti a completare la loro pianificata opera criminosa, fuggendo via con l’ingente somma di denaro.

Tanti, tantissimi soldi contanti. Sul caso adesso stanno indagando i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Gallipoli, unitamente ai colleghi della Stazione locale. Al vaglio degli investigatori, le immagini registrate dai nastri di videosorveglianza montante in zona. La speranza è che all’occhio “elettronico” i militari riescano a ottenere quante più informazione possibili in maniera tale da risalire agli autori dell’atto predatorio.

E dire che a Ottobre 2015, il medesimo istituto di credito venne già preso di mira dai malvienti.

Nella circostanza, si cercò – tramite l’utilizzo di una grossa gru – di asportare lo sportello bancomat. Provvidenziale fu l’arrivò dei vigilantes. Gli agenti ‘FidelPol’ riuscirono ad evitare il furto, mettendo in fuga la banda (che lasciò sul posto anche mezzo meccanico col bancomat ancora agganciato). Il caso venne seguito dagli uomini del Commissariato di Galatina




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |